, , , , , ,

Sapere e Sapori della mia Sardegna

IMG_2288… Ma quanto sapere nascondono i sapori?

In Sardegna seppur un’Isola, sapere e sapori ce ne sono tanti e da mille provenienze, considerando che è composta da 377 Comuni, ognuno con caratteristiche sociali e culturali somiglianti ma uniche nel suo genere. Non a caso l’etimologia del termine “gastronomia” indica un’opera Greca in cui si sottolinea il viaggio nell’Arte del mangiare.

E’ doveroso però, ripercorrere, velocemente la storia dell’uomo nelle diverse epoche. L’uomo da sempre ha vissuto con ciò che la caccia, pesca, l’agricoltura e l’allevamento gli hanno offerto. Ogni territorio ha prodotto le proprie materie prime e il baratto ha promosso gli scambi arricchendo di prodotti diversi, da territorio a territorio. Specialmente nell’Isola questo ha determinato non solo scambi ma ricche contaminazioni.

Il cibo è cultura! Appartiene al territorio ma è anche: vita, memoria, salute e igiene, bellezza, tradizione, curiosità, storia, arte, viaggio, aggregazione sociale, famiglia, profumi, natura, economia, elemento identitario, sprechi e diritti.

Continua a leggere

, , , , , , ,

Quando si dice dal produttore al consumatore.

DSC_0340

Ah le api! solo a sentirle nominare provo da subito curiosità e decido di accogliere l’invito da parte di Carlo ad andare a vedere dove tutto inizia. 

Sono loro le operaie specializzate che una volta fatta razzia di polline tornano nell’arnia e trasferiscono il ricavato alle altre colleghe operaie che le depongono all’interno dei favi, celle esagonali.

Il miele è, per le api, una fonte di carboidrati a lungo termine per me una fonte di energia giornaliera.

Continua a leggere

, , , , , ,

Una poesia per la spiaggia La Cinta di San Teodoro

Un po’ di settimane fa ho scattato qualche foto sulla spiaggia della Cinta, a San Teodoro, che mi è apparsa in una veste davvero molto simpatica. Patate a volontà… si sembravano davvero cosi  😂invece sono resti di posidonia sulla spiaggia, un gioco di venti e maree che indica, inoltre,  alta qualità ambientale, molto meglio di una “bandiera blu✌️~.

Ecco in basso una dolcissima poesia che mi è stata dedicata proprio in questa circostanza.

Ti ringrazio mia cara Spigolatrice di Siliqua, la custodirò e la condivido con i tanti amici Azimuttini …

Continua a leggere

, , , , , , ,

La Laguna di San Teodoro

Faccio una piccola premessa.

Ci sono momenti, come questi, che quando lavori con passione hai anche l’opportunità di incontrare persone con le quali condividi gli stessi obiettivi sulla scoperta del territorio che ci circonda. Pubblico questa descrizione di un angolo della Laguna teodorina che tanto spesso si sente nominare ma pochi colgono, a mio parere, davvero l’essenza di questo luogo. Ringrazio la Spigolatrice che avezza a ricercare fino in fondo ciò in cui crede senza mai perdere la pazienza e con profonda sensibilità ha saputo cogliere le varie sfumature e suggestioni che il luogo rappresenta. Azimut, mio blog, vuole anch’esso come la Spigolatrice con-dividere le sue emozioni al prossimo per poterne godere insieme.  Angela

 

DSC_0168

La Laguna di San Teodoro

Continua a leggere

, , , , , , , ,

Cala Francese e la sua Cappella

IMG_2042La piccola Cappella sulla spiaggia “Cala Francese” alla Maddalena, all’ interno della batteria militare di ‘Carlotto’. La statua di Maria fu collocata nell’800 dal pescatore Michele Scotto il quale, colto con la sua barca da una terribile tempesta trovò riparo e salvezza nella piccola insenatura della frastagliata costa granitica. Essendovi appellato alla Madonna per la salvezza propria e dell’ equipaggio, volle porre in una nicchia, per riconoscenza della grazia ricevuta, una piccola statua.

La festa con Santa Messa e processione, si celebra il 1° maggio di ogni anno.

, , , , ,

Ferragosto al mare …. tra riti e divertimenti vari

20864141_10213612462288545_394097550_nQuando arriva il ferragosto ti sembra che l’estate stia passando troppo in fretta. Per la maggior parte, questa, è una stagione lavorativa molto impegnativa e si notano a volte i primi cedimenti di una stagione davvero molto calda e un flusso di gente numeroso, spesso gentile, spesso agitato e nervoso.

Continua a leggere

, , , , ,

Sarà colpa della tecnica del decoupage?

 

Questo comportamento è sanzionato e conosciuto a livello internazionale ma ciò non di meno la sottrazione di conchiglie e altri reperti spiaggiati dal mare sembra essere ignorata.

Poche persone si rendono conto che ripetere all’infinito queste azioni finisce per impoverire definitivamente e senza possibilità di recupero l’ambiente che si affaccia al mare. Ne soffrono le dune, i gigli di sabbia, gli anemoni e tutte quelle piante che sfruttando la poca umidità garantita dal mare arricchiscono e salvaguardano la battigia solo per soddisfare il proprio desiderio di ricoprire vasi, specchi, quadri di una manciata di conchiglie o di ramoscelli di “ginepro sabine” con la tecnica del decoupage. Continua a leggere

, , , , , , ,

Turismo socialmente accessibile a San Teodoro

Quando alcuni anni fa mi occupai di turismo socialmente accessibile mi piacque talmente tanto che scelsi questo argomento come materia della mia tesi di laurea. Nell’affrontare questo tema ho cercato anzitutto di approfondire le varie facce di un’attività considerata a ragione un settore importante dell’economia mondiale, che si rivolge non solo agli aspetti ricreativi ma anche e soprattutto a quelli della socializzazione intesa nel senso piu ampio. Fra i vari tipi di turismo, il mio lavoro focalizzava l’attenzione su quello “sociale” o “accessibile”, inteso come quell’insieme di servizi, strutture e infrastrutture, che consentono alle persone con esigenze speciali (disabili, persone con problemi di allergie, anziani) la fruizione della vacanza e del tempo libero senza ostacoli o difficoltà.

Continua a leggere

, , , , , , , ,

F come fenicottero e un rosa da mille sfumature

Fenicottero: nome scientifico Phoenicopterus ruber antiquorum Temm.

14805607_10210767929016991_914900835_n

È un grande trampoliere dell’ordine dei Phoenicopteri, famiglia Phoenicopteridae, alto circa 135-145 cm, con un’ala lunga 360-420 mm, e il tarso 240-300 mm. Le gambe esili e lunghissime Continua a leggere